Anni:  2014  2013  2012  2011  2010  2009  2008 
Libri in gara 2013
  Marco Viale

LA CITTA' DEI LUPI BLU'

Giralangolo Edizioni, 2012, € 13,50
 Fascia 3 - 7 anni
 

“C’era una volta una città in cui vivevano solo lupi blu, così blu che ci voleva l’accento sulla u per far capire quanto carico fosse il loro colore. In quella città tutto era blu, dalla pipì alla cravatta che tutti si mettevano uguale andando a lavorare; l’arcobaleno era tutto blu e così le tazze e tutto era ordinato e non esistevano sorprese, ma solo monotonia e regole. Un giorno spuntò un lupo rosso, così rosso che per dirlo ti ci volevano due erre…” A volte i giorni si susseguono tutti uguali, fatti di gesti ripetitivi e monotoni. Cronometrati come siamo tra la colazione, la pipì e lavarsi le orecchie prima di uscire, finiamo per cominciare a pensare che il mondo sia tutto di un solo colore, magari blu. Fino a quando un giorno, anche nel nostro universo monocromatico non spunta una imprevista chiazza rossa… MARCO VIALE è un autore e illustratore ligure. Dopo il liceo artistico e la facoltà di architettura, si trasferisce a Milano per occuparsi di pubblicità e fotografia, esponendo i suoi lavori nelle gallerie italiane e straniere. Trascorso un periodo in Francia, rientra in Liguria dove collabora come illustratore freelance per periodici, agenzie di pubblicità e case editrici (Edizioni Paoline, Edmond Le Monnier, La Spiga, Juvenilia, De Agostini, Piemme, Pearson, Caramel, Einaudi, Capitello, Loescher, Zanichelli, Fabbri, Usborne, Ravensburger). | www.marcoviale.it

  Italo Calvino, illustrato da Giulia Orecchia

I DISEGNI ARRABBIATI

Mondadori, 2012, € 15,00
 Fascia 3 - 7 anni
 

Lodolinda adora disegnare. Quando è felice disegna farfalle e tulipani, quando è triste salici piangenti, quando è arrabbiata una nave pirata che distrugge tutto con un colpo di cannone. E quando è molto arrabbiata? Oggi mamma e papà l'hanno lasciata sola con Federico, un bambino che vuole mettere i pesci rossi in lavastoviglie perché provino cos'è una tromba marina... e Lodolinda è fuori di sé! Basta un foglio e una scatola di colori, ed ecco un toro inferocito prendere vita: ma anche Federico sa disegnare, e risponde con una tigre che manda il toro a zampe all'aria! Lodolinda attacca la tigre con un boa: ma Federico risponde con un famelico avvoltoio! In un crescendo di furiosa creatività, tra indiani e cowboy, frecce e lazzi, bisonti e cavalli, è esplosa una gara a colpi di matita! Chi vincerà questa sfida all'ultimo disegno? ITALO CALVINO Intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, è stato uno dei narratori italiani più importanti del secondo Novecento. Ha frequentato molte delle principali tendenze letterarie, dal Neorealismo al Postmoderno ma restando sempre ad una certa distanza da esse e svolgendo un proprio coerente percorso di ricerca. Di qui l'impressione contraddittoria che offrono la sua opera e la sua personalità: da un lato una grande varietà di atteggiamenti che riflette il vario succedersi delle poetiche e degli indirizzi culturali nel quarantennio fra il 1945 e il 1985; dall'altro, invece, una sostanziale unità determinata da un atteggiamento ispirato a un razionalismo metodologico, al gusto dell'ironia, all'interesse per le scienze. I numerosi campi d'interesse toccati dal suo percorso letterario, sono meditati e raccontati attraverso capolavori quali la trilogia de I nostri antenati, Marcovaldo, Le cosmicomiche, Se una notte d'inverno un viaggiatore, uniti dal filo conduttore della riflessione sulla storia e la società contemporanea. Non c’è da stupirsi quindi che tra la sua produzione ci sia anche un libro esclusivamente per bambini: “I disegni arrabbiati” un sorprendente racconto per l'infanzia pubblicato per la prima volta nel 1977 sulle pagine del "Corriere dei Piccoli". GIULIA ORECCHIA Nata a Torino, Giulia Orecchia vive da sempre a Milano. Ha frequentato il liceo artistico di Brera e il corso di Visual Design alla Scuola Politecnica del Design di Milano; tra i suoi insegnanti Bruno Munari, Pino Tovaglia, Salvatore Veca, Silvestrini, Max Huber. Autrice di libri per l’infanzia, nei quali la narrazione è in primo luogo visiva, ha pubblicato con i principali editori del settore. Ha illustrato romanzi, poesie, copertine e progettato libri con invenzioni cartotecniche e sorprese visive. Lavora alla progettazione dei libri da sola o in coppia con un autore-scrittore, con Giusi Quarenghi, Roberto Piumini, Bruno Tognolini, Emanuela Bussolati, Niccolò Barbiero, Vivian Lamarque. Conduce laboratori creativi di espressione artistica e di progettazione del libro con i bambini delle scuole elementari. Il suo curriculum è lungo e fitto di riconoscimenti e di premi importanti (Premio Andersen il mondo dell'infanzia (3 volte). "Libri per bambini, perché mi piacciono i bambini, a piccole dosi. Mi piace guardarli, ascoltarli... sono dei folletti straordinari. Mi piace il loro gusto per i paradossi, per l'assurdo, mi piace farli ridere... Non ho mai cercato di fare le-belle-illustrazioni, ma figure curiose, buffe, tenere, che esprimano emozioni, sentimenti... che accompagnino il testo assecondandolo, a volte, e a volte contrastandolo. Non sono mai veramente soddisfatta di quello che ho fatto, e spero sempre di migliorare, riscattarmi, con il lavoro successivo... Cerco di mantenere la spontaneità del gesto nel segno...E poi, i libri. Mi piacciono come oggetti. Mi piace progettarli, tenendo conto del numero di pagine, del tipo di carta, del formato. E, soprattutto, mi piace giocarci un po', con pieghe, buchi, finestre, sorprese..." | giuliaorecchia.blogspot.com/

  Philip C. Stead, illustrato da Erin E. Stead

IL RAFFREDDORE DI AMOS PERBACCO

Babalibri, 2012, € 13,00
 Fascia 3 - 7 anni
 

Come ogni mattina, Amos Perbacco (un signore allampanato in là con gli anni, un sorriso soddisfatto perennemente stampato sulla faccia) si sveglia, indossa l’uniforme, carica l’orologio e mette il bollitore su fornello per il tè. Poi va alla fermata e aspetta l’autobus numero 5 che va allo zoo. Amos lavora lì e ha sempre molto da fare, ma non dimentica mai di giocare a scacchi con l’elefante, di fare le corse con la tartaruga; poi fa compagnia al timido pinguino, asciuga il naso al rinoceronte raffreddato, e al tramonto legge una storia al gufo che ha paura del buio. Un giorno però, il guardiano premuroso e servizievole non può essere d’aiuto a nessuno, anzi, per la prima volta, è proprio lui ad averne bisogno. Amos si è beccato un bel raffreddore ed è costretto suo malgrado a restare in casa. Nel frattempo allo zoo cresce la preoccupazione dei suoi amici animali che, stanchi di attendere, decidono di andare a fargli visita. E così, tartaruga, gufo, pinguino, elefante e rinoceronte, dopo aver lasciato indisturbati il giardino zoologico, aspettano diligentemente il 5 e piombano in casa del caro vecchio Amos, che, non preoccupatevi… si rimetterà presto! ERIN E. STEAD, giovane disegnatrice, ha realizzato l’opera con una tecnica particolare, il woodblock printing: ha preparato su blocchi di legno le scene del libro, vi ha steso il colore, e con un rullo le ha poi passate sul foglio. Opera d’arte, davvero. Disegni e dettagli favolosi, da ricercare ed ammirare pagina per pagina, per una storia scaldacuori, raccontata e disegnata da una coppia che si è meritata nel 2010, con questo testo, la Caldecott Medal, una delle massime onorificenze per i libri per ragazzi negli Stati Uniti. | erinstead.com PHILIP C. STEAD, insegna progettazione grafica al Whastenaw Community College di Ann Arbor. Prima di A Sik Day for Amos MCGee, aveva già pubblicato il picture book di successo Creamed Tuna Fish & Peas on Toast (Roaring Brook Press, 2009), un esilarante racconto basato su una strana storia della famiglia di Philip avvenuta nella metà degli anni '50. Dopo A Sik Day for Amos McGee ha pubblicato Jonathan and the Big Blue Boat (Roaring Brok Press, 2011) e a giugno 2012 è uscito, per la stessa casa editrice, A Home for Bird.

  Gerald Rose, traduzione di Marinella Barigazzi

IL TAPPETO DI TIGRE

Nord-Sud edizioni, 2012, € 13,00
 Fascia 3 - 7 anni
 

Divertente storia da leggere ad alta voce, facendo musi e smorfie e pose della tigre in questione. Anziana e affamata, vedendo un tappeto di tigre appeso tra quelli che il servo del sultano batteva, decide di sostituirsi ad esso per entrare nel palazzo reale e avere sempre cibo a volontà a disposizione. Presa dal panico perché si comincia a sospettare di quel tappeto che diventa sempre più morbido e bello e comincia pure a puzzare, la tigre manterrà un posto d’onore a palazzo salvando il sultano dall’attacco notturno di tre ladroni. GERALD ROSE è nato ad Hong Kong nel 1935 da una famiglia di nazionalità britannica. Durante la seconda guerra mondiale suo padre è diventato un prigioniero di guerra e sua madre e sua sorella furono internati nel campo di detenzione civile di Stanley. Ha studiato presso la scuola di Lowestoft of Art e presso la Royal Academy. Nel 1960 con il libro “Vecchio Winkle e i gabbiani” scritto da sua moglie Elizabeth Rose, ha ricevuto il Kate Greenaway Medal dalla Library Association, che lo ha riconosciuto come miglior illustratore britannico di libri per bambini. Nel 1979 Gerald Rose ha vinto il Premio Critici in Erba, in Italia per 'Ahhh!' ha detto Stork. Rose vive a Hove, nell’East Sussex.

  Chiara Armellini

TI FACCIO A PEZZETTI

Topipittori, 2012, € 20,00
 Fascia 3 - 7 anni
 

Divertente storia da leggere ad alta voce, facendo musi e smorfie e pose della tigre in questione. Anziana e affamata, vedendo un tappeto di tigre appeso tra quelli che il servo del sultano batteva, decide di sostituirsi ad esso per entrare nel palazzo reale e avere sempre cibo a volontà a disposizione. Presa dal panico perché si comincia a sospettare di quel tappeto che diventa sempre più morbido e bello e comincia pure a puzzare, la tigre manterrà un posto d’onore a palazzo salvando il sultano dall’attacco notturno di tre ladroni. GERALD ROSE è nato ad Hong Kong nel 1935 da una famiglia di nazionalità britannica. Durante la seconda guerra mondiale suo padre è diventato un prigioniero di guerra e sua madre e sua sorella furono internati nel campo di detenzione civile di Stanley. Ha studiato presso la scuola di Lowestoft of Art e presso la Royal Academy. Nel 1960 con il libro “Vecchio Winkle e i gabbiani” scritto da sua moglie Elizabeth Rose, ha ricevuto il Kate Greenaway Medal dalla Library Association, che lo ha riconosciuto come miglior illustratore britannico di libri per bambini. Nel 1979 Gerald Rose ha vinto il Premio Critici in Erba, in Italia per 'Ahhh!' ha detto Stork. Rose vive a Hove, nell’East Sussex.

  Favrizio Silei, illustrato da Maurizio Quarello

L'AUTOBUS DI ROSA

Orecchio acerbo, 2011, € 15,00
 Fascia 8 - 11 anni
 

Detroit, Henry Ford Museum. Su un autobus d'altri tempi, al centro di un grande salone, sono seduti un vecchio afroamericano e un ragazzino, il nipote. È l'autobus di Rosa Parks, quello sul quale, a Montgomery in Alabama, lei si rifiutò di cedere il posto a un bianco. La storia il vecchio la conosce bene: su quell'autobus, quel primo dicembre del 1955, c'era anche lui. E comincia a raccontare. Di quando nelle scuole c'erano classi per bianchi e neri; di quando nei locali pubblici, proprio come ai cani, era vietato l'ingresso alle persone di colore; di quegli uomini incappucciati di bianco che picchiavano, bruciavano, uccidevano. Il bambino sgrana gli occhi incredulo, il vecchio è commosso. Ma non è tanto il dolore di quei ricordi a bruciargli, quanto la memoria di quel giorno. Di quando non solo non assecondò il rifiuto di Rosa, ma di tutto fece per distoglierla. Con il sostegno di Amnesty International, una grande coedizione internazionale per raccontare ai più piccoli la donna che cambiò la storia dei neri d'America. FABRIZIO SILEI è nato il primo luglio del 1967 a Firenze. Diplomato all´Istituto d´arte e laureato in Scienze Politiche, ha lavorato per anni come sociologo presso diversi istituti di ricerca dedicandosi soprattutto alle tematiche dell´identità e della memoria. Scrittore e artista, esperto di comunicazione sociale, ricercatore di storie e vicende umane, tiene laboratori di scrittura autobiografica come cura di sé e di scrittura creativa, laboratori per ragazzi e bambini e corsi per insegnanti sulla didattica della creatività. Saltuariamente scrive per Popotus, il giornale per ragazzi di Avvenire dove per due anni ha tenuto una rubrica quindicennale sulla scrittura dal titolo "Era una notte buia e tempestosa... Il suo racconto "L´autobus di Rosa" uscito con Orecchio Acerbo con le illustrazioni di Maurizio Quarello è stato pubblicato anche in Norvegia, Francia, Germania, Spagna, Grecia, Brasile e Portogallo, inserito nella selezione dei White Ravens 2012 dalla biblioteca di Monaco con una menzione speciale, ha vinto il Die Besten 7 in Germania il mese della sua uscita, sempre in Germania è finalista al Deutschen Jugendliteraturpreis 2012, il più importante Premio dedicato alla letteratura per ragazzi tedesco. In Francia è finalista al Prix Sorcières 2012, e in Italia ha ricevuto una menzione speciale al Premio un Libro per l´ambiente ed è stato fra i cinque libri più votati da 51 esperti per la rivista LIBER nel sondaggio "I migliori libri del 2011". Il suo romanzo "Il bambino di vetro", uscito per Einaudi Ragazzi nella storica collana Storie e Rime, ha vinto il Premio Andersen 2012 nella categoria miglior libro 9-12 anni. | www.fabriziosilei.it MAURIZIO A.C. QUARELLO è nato nel 1974 a Torino, dove ha studiato grafica, architettura e illustrazione. Dopo varie esperienze nella pubblicità e nella pittura naturalistica, a partite dal 2004, si è dedicato all’illustrazione per l’infanzia ottenendo, in quell’anno, il Prix des Mediateurs Figures Futur al Salon de Montreuil e tre primi premi a concorsi di livello nazionale. Nel 2005 ha pubblicato il suo primo libro con Orecchio Acerbo editore. Ad oggi ha al suo attivo oltre trenta titoli, pubblicati dalle più importanti case editrici in Spagna, Francia, Svizzera e Italia. I suoi libri hanno ricevuto tre volte il premio per il miglior albo illustrato dell’anno pubblicato in Italia. Ha esposto in diverse mostre personali in Italia e all’estero e partecipato a mostre collettive tra cui, la Mostra Internazionale degli Illustratori presso la Fiera di Bologna nel 2005, 2006, 2007, 2008 e Le Immagini della Fantasia di Sarmede nel 2006, 2007, 2008. Fra i suoi ultimi libri usciti in Italia: “Occhiobrusco” e “Taccuino di un animalista” entrambi pubblicati da Logos nel 2009 e, nel catalogo di Orecchio Acerbo: Il grande cavallo blu” 2012, “Janet la storta” 2012, “Effetti collaterali” e “L’autobus di Rosa” entrambi di Fabrizio Silei ed entrambi editi nel 2011.

  Gek Tessaro

IL CUORE DI CHISCIOTTE

CARTHUSIA, 2011, € 27,90
 Fascia 8 - 11 anni
 

Con questa libera rivisitazione dell’immortale figura di Don Chisciotte, il pluripremiato illustratore e artista Gek Tessaro affronta il tema dei cuori in viaggio, del sentimento e della passione che sta dentro a ogni cosa. Il leitmotiv è il mitico personaggio di Cervantes, con il suo cuore da cavaliere errante. Ma anche la lettura, che lo farà diventare matto, con la sua forza travolgente e inarrestabile e con la sua magia. È quindi “il leggere” a divenire il cuore di questo percorso di suggestioni liriche e di forte impatto visivo, tra le parole e le immagini della storia di un uomo senza tempo. GEK TESSARO nato a Verona nel 1957, maestro d’arte, è autore e illustratore di libri per bambini. Dotato di grandi capacità comunicative, da anni propone e conduce attività di laboratorio di educazione all’immagine, letture animate e incontri con l’autore per bambini, insegnanti ed educatori in scuole, biblioteche, musei e manifestazioni culturali in tutta Italia. Animato da uno spirito provocatorio e da una sottile vena ironica, il suo lavoro è sostenuto da una grande passione per il segno grafico. Dal suo interesse per “il disegnare parlato, il disegno che racconta” nasce “il teatro disegnato”. Sfruttando le impensabili doti della lavagna luminosa, con una tecnica originalissima, dà vita a narrazioni tratte dai suoi testi. La sua capacità di osservazione e di sintesi si riversa in performance teatrali coinvolgenti ed efficaci: l’illustratore diventa così pittore di scena e novello cantastorie. Tra i suoi libri “Il salto. Di città in città” (ed. Artebambini) e il “Il circo delle nuvole” (ed. Fanucci) sono stati selezionati tra i 12 migliori titoli italiani rispettivamente del 2005 e del 2008 dalla Biblioteca Internazionale di Monaco. | www.gektessaro.it

  Irène Cohen-Janca, illustrato da Maurizio Quarello, traduzione di Paolo Cesari

IL GRANDE CAVALLO BLU

Orecchio Acerbo, 2012, € 12,50
 Fascia 8 - 11 anni
 

MAURIZIO A.C. QUARELLO è nato nel 1974 a Torino, dove ha studiato grafica, architettura e illustrazione. Dopo varie esperienze nella pubblicità e nella pittura naturalistica, a partite dal 2004, si è dedicato all’illustrazione per l’infanzia ottenendo, in quell’anno, il Prix des Mediateurs Figures Futur al Salon de Montreuil e tre primi premi a concorsi di livello nazionale. Nel 2005 ha pubblicato il suo primo libro con Orecchio Acerbo editore. Ad oggi ha al suo attivo oltre trenta titoli, pubblicati dalle più importanti case editrici in Spagna, Francia, Svizzera e Italia. I suoi libri hanno ricevuto tre volte il premio per il miglior albo illustrato dell’anno pubblicato in Italia. Ha esposto in diverse mostre personali in Italia e all’estero e partecipato a mostre collettive tra cui, la Mostra Internazionale degli Illustratori presso la Fiera di Bologna nel 2005, 2006, 2007, 2008 e Le Immagini della Fantasia di Sarmede nel 2006, 2007, 2008. Fra i suoi ultimi libri usciti in Italia: “Occhiobrusco” e “Taccuino di un animalista” entrambi pubblicati da Logos nel 2009 e, nel catalogo di Orecchio Acerbo: Il grande cavallo blu” 2012, “Janet la storta” 2012, “Effetti collaterali” e “L’autobus di Rosa” entrambi di Fabrizio Silei ed entrambi editi nel 2011. Paolo vive a Trieste, la città della bora. Va a scuola, adora i pasticcini alla crema, e abita al San Giovanni, un ospedale. Un ospedale molto speciale, dove si cura chi ha male all’anima. Figlio della lavandaia, è l’unico bambino, e il suo amico del cuore è Marco, il vecchio cavallo che trasporta i fagotti della biancheria. Chiuso tra le cancellate invalicabili dell’ospedale, trascorre i suoi pomeriggi insieme con l’uomo-trottola, la donna scalza, l’uomo albero… Fino al giorno in cui un nuovo dottore, ostinato come il vento e matto da legare, decide di slegare tutti i malati e abbattere quelle cancellate. Si chiama Franco Basaglia. IRÈNE COHEN-JANCA è nata nel 1054 dall’altra parte del Mediterraneo, a Tunisi, dove ha trascorso la sua infanzia fino alla partenza per la Francia, nel bel mezzo di un’estate. Ha vissuto molti anni a Parigi dove, dopo essersi laureata in Lettere Moderne, è diventata bibliotecaria. Da qualche anno si è trasferita nella regione di Essonne, dove prosegue il suo lavoro in biblioteca. Nel 2000 è cominciata la sua collaborazione con Editions du Rouergue, con cui ha pubblicato moltissimi racconti e romanzi per ragazzi. Nel catalogo di Orecchio Acerbo sono presenti i suoi racconti: “Il grande cavallo blu” (2012) e “L’albero di Anne” (2010) entrambi illustrati da Maurizio A. C. Quarello. MAURIZIO A.C. QUARELLO (vedi nota sopra)

  John Yeoman, illustrato da Quentin Blake, traduzione di Luigi Berio

LAVANDAIE SCATENATE

Cult Editore, 2012, € 12,00
 Fascia 8 - 11 anni
 

La révolte des lavandières, che oggi è tradotto in italiano nel suo matto turbinio di ribellione femminile. Sette lavandaie decidono di ribellarsi alla montagna di panni da lavare e al proprietario della lavanderia, il signor Ubaldo Manichestrette, istigate dal filo di voce della più anziana tra di loro “Ma perché non ce ne andiamo e basta?” La libertà ritrovata si trasforma ben presto in una frenesia di vita e di “liberi tutti!” che travolge ogni cosa al passaggio. Installate su un carretto condotto dalla capra di nome Lisistrata (!) attraversano i villaggi scatenate, seminando fango, scompiglio e panico, rubando le mele dagli alberi e facendo suonare a festa tutte le campane. La gente è terrorizzata. Nel loro scatenato viaggio, incontro alla libertà, le lavandaie però si imbattono in sette taglialegna che, sicuri di potersi prendere gioco delle ragazze si imbruttiscono, si anneriscono, si travestono pensando di incutere paura alle sette libertarie. Hanno però sottovalutato la forza e la determinazione di sette lavandaie in fuga… JOHN YEOMAN è uno dei più popolari scrittori inglesi di libri per ragazzi. Amico e collega di Quentin Blake, ha scritto per lui alcune delle più belle storie per ragazzi come “Topolini sempre in festa”, “Cervelli di gallina” e “L’orso e l’eremita”. QUENTIN BLAKE è uno degli illustratori contemporanei più famosi al mondo. Nato in Inghilterra nel 1932, ha illustrato più di 300 libri collaborando con i maggiori scrittori inglesi per ragazzi e ha ottenuto un successo internazionale illustrando i racconti e i romanzi di Roald Dahl. Ha illustrato anche libri scritti da lui stesso dove ha saputo anche con le parole coniugare ironia e fantasia. Nel 2002 ha vinto la Hans Christian Andersen Medal per il suo contributo alla letteratura infantile, il maggiore riconoscimento internazionale per autori di libri per l'infanzia. Anche in Italia e in Francia, dove vive parte dell'anno, è molto amato e apprezzato. Nel 2007 è stato nominato Offìcier des Artes et des Lettres. www.quentinblake.com

  Luisa Mattia, illustrato da Vittoria Facchini

PER FILO E PER SEGNO

Donzelli Editore, 2012, € 18,50
 Fascia 8 - 11 anni
 

Che passione ascoltare le storie, a Silva piacciono così tanto che non ce n’è una che non resti impigliata al suo orecchio, come fosse un filo; e infatti la storia di Silva è tutta imbastita di fili. Quelli avanzati alla sarta, che Silva annoda uno all’altro per farci una rete in cui infilare tutte quelle storie rimaste impigliate – così anche lei può mettersi a raccontarle! Ma una rete non basta, le storie sono troppe, allora Silva chiede un panno bianco al cenciaiolo e l’inchiostro al pescatore di seppie, e tutte le sue storie, per non perderle, le scrive. Ma quelle sue storie sono troppe pure per il panno, che s’è fatto troppo pesante per portarlo in giro e mostrarlo agli altri bambini; allora Silva ritaglia ogni storia come un foglio – il filo già ce l’ha, così prende l’ago, cuce le storie tutte insieme ed ecco fatto un libro. Tutti vogliono farsi leggere quel libro, ma un bel giorno dal suo Palazzo, il Capitano manda un caporale con tanto di forbici a ridurre quel libro nei mille fili e mille cenci da cui tutto era cominciato…e che ne sarà allora delle storie di Silva? Niente paura, ci penseranno i bambini che non vogliono certo perdere il filo di quelle storie… LUISA MATTIA, romana, è autrice di numerosissimi romanzi per ragazzi. Con un passato da maestra, Luisa continua a frequentare aule e bambini con immutato entusiasmo, quello con cui ha ideato e coordina un progetto di scrittura nella scuola primaria. Fra i suoi libri più amati, La scelta (Premio Pippi 2006), I jeans di Garibaldi, Ti chiami Lupo Gentile e la serie di gialli I misteri di Teo. Con altri cinque «amici di penna» è autrice di Melevisione, lo storico programma per bambini di Rai Tre. Nel 2008 è stata insignita del Premio Andersen come Migliore scrittrice dell’anno. | www.luisamattia.com VITTORIA FACCHINI vive e lavora a Molfetta, insieme ai suoi gatti e al suo cane, nel suo studio che trabocca di luce, colori, carta, pennelli, forbici, scampoli di fili e di tela. Dopo gli studi d’arte, si è specializzata in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale a Firenze, ma è a Venezia che avviene l’incontro che segnerà la sua scelta di illustrare e il suo stile dirompente e dissacrante – quello con Emanuele Luzzati. Ha pubblicato all’estero (Francia, Giappone, Portogallo e Corea) e con molti editori italiani (Fatatrac, Mondadori, Einaudi Ragazzi, Feltrinelli, Giannino Stoppani, Editoriale Scienza, Art’è, Editori Riuniti, Treccani). Nel 2002 il Ministero per la Cultura Francese l’ha scelta tra i 60 autori invitati a rappresentare l’Italia al Salone del Libro di Parigi. Nel 2006 ha vinto il Premio Andersen come Migliore illustratrice dell’anno.

LIBRI IN GARA
CRONACHE
LE PREMIAZIONI
LA GIURIA
I BAMBINI: GIUDIZI E CONTRIBUTI
GLI AUTORI CI SCRIVONO
LE LOCANDINE DELLE PREMIAZIONI
MATERIALI UTILI
DICONO DI NOI
Vai al sito librazzi